Questo sito utilizza i cookies per migliorare l'esperienza utente. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo.

 NewsLetter 

Blog collettivo fondato e coordinato da Nando Cianci - Anno V

SUL PONTE DI PERATI

Sul ponte di Perati, bandiera nera:                                  Per ascoltarla cliccare qui
l’è il lutto degli alpini che va a la guera.
L’è il lutto degli alpini che va a la guera,
la meglio zoventù va soto tera.

Sull’ultimo vagone c’è l’amor mio
col fazzoletto in mano mi dà l’addio.
Col fazzoletto in mano mi salutava
e con la bocca i baci lui mi mandava.

Con la bocca i baci lui mi mandava
e il treno pian pianino s’allontanava.
Quelli che son partiti, non son tornati:
sui monti della Grecia sono restati.

Sui monti della Grecia c’è la Vojussa
col sangue degli alpini s’è fatta rossa.
Un coro di fantasmi vien giù dai monti
è il coro degli alpini che sono morti.

Alpini della Julia in alto il cuore
sui monti della Grecia c’è il tricolore.
Gli alpini fan la storia, ma quella vera
scritta col sangue lor e la penna nera.

PIETÀ L'È MORTA                              Per ascoltarla cliccare qui

Lassù sulle montagne, bandiera nera.
È morto un partigiano nel far la guerra.
E` morto un partigiano...

Un altro italiano va sotto terra.

Laggiù sotto terra trova un alpino
caduto nella Russia con il Cervino.
E` morto nella steppa assiderato
ferito o da amputare congelato.

Ma prima di morire ha ancor pregato
che Dio maledica quell’alleato!
Che Dio maledica chi ci ha tradito
lasciandoci sul Don e poi è fuggito.

Tedeschi traditori, l’alpino è morto
ma un altro combattente oggi è risorto.
Combatte la sua guerra da vecchio alpino.
Fatiche, freddo e fame gli son compagne.

Combatte il partigiano la sua battaglia.
Tedeschi e fascisti, fuori d’Italia!
Tedeschi e fascisti, fuori d’Italia!
Gridiamo a tutta forza “Pietà l’è morta!”.

 

Pagina 1 di 5

© A PASSO D'UOMO - All Rights Reserved.